Un giorno un’amica mi ha detto: quando nel lavoro che sto facendo c’è qualcosa che non funziona, cerco di tornare indietro togliendo gli strati “di lavoro” che si sono accumulati fino a quando non ritrovo il “quando mi piaceva” … La mia amica è una pittrice.

Imparare a fare questo lavoro mentale le è stato utilissimo per lavorare in modo appropriato e più efficiente nei lavori che ha poi prodotto dopo aver messo in pratica questo sistema.

Cosa succederebbe se applicassimo questo metodo alle tecniche di ripresa di un fotografo? Cosa potremmo scoprire togliendo quello che abbiamo accumulato e sperimentato? … Sicuramente un modo più efficiente di gestire il nostro background tecnico.

Workshop intensivo. 10,11 e 12 Luglio 2015, Borno (BS)

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *